GARDA BIKE TOUR: GIORNO SECONDO

0
41
  • DESENZANO DEL GARDA – CENTRO CITTA’ – ABBAZIA MAGUZZANO
    – MATTINA DEL 27/08/2020 

Nella mattina del 27/08/2020 la nostra prima tappa si è svolta a Desenzano del Garda, meta turistica di grande pregio, qui abbiamo avuto il piacere di confrontarci anche con l’assessore allo Sport: Francesca Cerini. Da segnalare la grande necessità di rapportarsi in maniera proficua, in una realtà a forte valenza turistica, con gli stakeholder del settore(albergatori, artigiani, ristorazione, strutture culturali). In questa ottica, il cicloturismo deve essere una realtà di riferimento (per far sì che si possa parlare con efficacia di turismo sportivo come risorsa importante, se non decisiva) per lo sviluppo del prodotto locale. Servono azioni incisive per creare consapevolezza nei giovani della validità ed utilità di una mobilità alternativa a quella delle auto, e dall’altra implementare la offerta di qualità dei servizi di accoglienza turistica, incentrata sulla figura della guida turistica e l’ utilizzo sempre più capillare e condiviso delle e-bike.

Desenzano sul Garda ha l’ingrato compito di mantenere alta la definizione dei parametri obiettivo che nel 2016 la Società ciclistica europea ha stilato insieme alla F.I.A.B. proprio in un Convegno a Desenzano:

  1. promuovere il riconoscimento dei benefici del ciclismo sia per gli individui che per la società nel suo complesso;
  2. Incoraggiare la considerazione delle esigenze dei ciclisti in Europa in tutti gli aspetti della pianificazione e gestione dei trasporti, ambiente, sicurezza e salute e promuovere condizioni favorevoli alla bicicletta in tutta Europa (ad esempio, incentivare l’ uso della bicicletta per andare al lavoro);
  3. Supporti ai gruppi di rilevanza nazionale sui temi dell’uso mirato della bicicletta (F.I.A.B.)
  4. Sostegno alla ricerca sulle nuove tecnologie per una mobilità sempre più smart e intermodale nelle città;
  5. efficace comunicazione e raccordo fra i vari attori sociali al fine di aumentare la consapevolezza dei gruppi specifici: dagli organismi internazionali alle istituzioni locali, ai politici, ai progettisti, ai produttori / gruppi commerciali, agenti vacanza in bicicletta / autorità del turismo, gruppi ambientalisti e dei trasporti per mettere il ciclismo nel focus dei suoi benefici e delle opportunità che determina nell’ambito delle singole persone e della qualità della vita collettiva.

La realtà amministrativo locale deve saper coordinare tutti questi aspetti e promuoverli dentro la filiera del turismo economico e socio culturale!

  • DESENZANO – ABBAZIA MAGUZZANO

Nei luoghi di turistici le mete legate a temi di culto e culturali diventano sempre più necessarie per sposare il turismo all’identità collettiva locale. L’Abbazia di Maguzzano, immersa in un ambiente bucolico, è raggiungibile attraverso un sentiero ciclostradale di buona qualità, adatto per un tipo di turismo lento, di riflessione e apprezzamento del Paesaggio. Da Desenzano del Garda, la pista ciclabile, si raggiunge seguendo le indicazioni per Lonato, in Località Massadrino. Di fronte alla Hostaria Massadrino partono due strade che hanno come destinazione Maguzzano: Via Reciago e Via Maccarona.

Il percorso da fare in bici o a piedi, inizia quindi in Via Reciago, arrivando alle spalle dell’Abbazia di Maguzzano.

Il giardino di Gesù”, ovvero l'abazia di Maguzzano - radioromalibera.org |  Podcasts audio e video

Si gira poi verso destra imboccando la Via Maccarona che arriva ancora in Località Massadrino proprio perché è un percorso ad anello. L’abbazia di Maguzzano, frazione di Lonato del Garda, è un convento benedettino dalla storia molto antica che vale la pena visitare anche al suo interno perché ha un giardino con un chiostro davvero imperdibile. La sua posizione offre una vista panoramica sul lago di Garda.

Tutto il percorso di questo sentiero ciclo pedonale è lungo 3,4 Km e si percorre ad anello.

La strada è ben asfaltata, attraversa le colline della Valtenesi. Non è una passeggiata difficoltosa o faticosa anche grazie ai tanti tratti in ombra che si incontrano lungo il cammino. Il tratto fa parte di un percorso molto più lungo che prosegue da una parte verso Salò e dall’altra verso Lonato del Garda e Brescia, passando per Desenzano.

  • PISTA CICLABILE LIMONE – RIVA DEL GARDA
    – POMERIGGIO DEL 27/08/2020 

La ciclabile più suggestiva di Italia, ancora in fase di completamento :sono 2,5 chilometri di percorso spettacolare realizzati a strapiombo sul lago (in parte su muro e in parte su roccia) utilizzando ponti e archi in ferro e acciaio e tanto legno. Questi 2,5 km si aggiungono ai 4 km che vanno dalla zona sud del paese a Capo Reamol. La struttura è post moderna, al 100% fruibile, di facile accesso e provvista di appositi servizi igenici a inizio percorso. Fra listelli di legno e cemento, la struttura garantisce la necessaria ampiezza e la morfologia adeguata per supportare una vista privilegiata sul Lago. Unico punto debole è forse la mancanza di una adeguata cartellonistica sia per accedere alla ciclabile sia nel tragitto vero e proprio, volta a descrivere le bellezze naturalistiche contigue .

VIDEO COMPLETO SECONDA GIORNATA

https://www.instagram.com/s/aGlnaGxpZ2h0OjE4MTU2NzI4MDcxMDMyMDYz?igshid=1puobgu5qwl6d&story_media_id=2384952112571473559_4084680849

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here